Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XX, 8- 30 giugno 2019

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Il vino di Leonardo di Marco Carosi
Monsieur Kubota di Anush Hamzehian e Vittorio Mortarotti
Anonimo del XX secolo: Leonardo Ricci di Massimo Becattini e Luciano Nocentini
Ossigeno di Piero Cannizzaro
A bolu di Davide Melis
 Scadenze
31 maggio

IFFP - International Film Festival of Patmos

DOCSDF Festival Internacional de Cine Documental de la Ciudad de Mexico

MoliseCinema

Message to Man International Film Festival

Doclisboa

les Escales Documentaires

1 giugno

Festival des Libertés

6 giugno

Milano Film Festival

10 giugno

Duisburger Filmwoche

14 giugno

Rencontres internationales du documentaire de Montréal (RIDM)

20 giugno

dokumentART

30 giugno

Mediterraneo Video Festival

Bellaria Film Festival Anteprimadoc

8 luglio

Cinemed - Festival Cinéma Méditerranéen


Œil d'Or a Cannes

L'Œil d'Or è il premio documentario assegnato ogni anno al Festival di Cannes, creato nel 2015 dalla Società degli autori francese SCAM. Quest'anno la giuria del premio ha premiato due film:

La Cordillera de los sueños di Patricio Guzmán (Francia, Cile) e For Sama di Waad Al Kateab e Edward Watts (Siria, Regno Unito).


Sheffield (UK), 6 - 11 giugno

Sheffield Doc/Fest

Dal 6 all’ 11 giugno a Sheffield, Regno Unito, si svolge il festival che fin dalla sua istituzione nel 1994 è diventato un punto di riferimento in Inghilterra e in Europa per l'industria documentaria internazionale.

https://sheffdocfest.com/


La Rochelle (F), 24 - 27 giugno

Sunny Side of the Doc

Dal 24 al 27 giugno si svolge a La Rochelle (Francia) la 30ma edizione del Sunny Side of the Doc, uno dei principali mercati del documentario in Europa.

https://www.sunnysideofthedoc.com/


Un nuovo doc su Gould in uscita

E' in arrivo un nuovo documentario su Glenn Gould, “Nice to meet you, Glenn!”, prodotto da D Major Tv, girato a Toronto dal film maker Alberto Collini e raccontato dall’appassionata pianista e ricercatrice Alida Altemburg, dall’età di unidici anni fan di Glenn Gould, attraverso aneddoti tratti dal libro di Kevin Bazzana “Mirabilmente Singolare”. All’interno del documentario “Nice to meet you Glenn!” in prossima uscita si potrà ascoltare e vedere per la prima volta un’intervista a Verne Edquist, accordatore di Gould, mentre suona il pianoforte all’età di 91 anni e che svela un Glenn inedito. Degna di nota l’intervista a John A. Fraser, giornalista e amico di Gould, che rivela per la prima volta alcuni particolari della loro amicizia e di un misterioso viaggio in Cina.

http://www.glenngould.tv/

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

Da Kiev a Roma. Messaggero fra Paradjanov e Fellini

(...) Ebbi l'occasione di incontrare l'importante regista Sergej Paradjanov che mi chiese di portare a Federico Fellini, al mio rientro in Italia, l'espressione della grande ammirazione per i suoi film e di consegnargli una piccola icona, dipinta su legno, tipica della religione cristiano ortodossa, dato che lui non poteva uscire dall'allora esistente U.R.S.S. per venire a Roma a incontrare Fellini personalmente. Così feci da messaggero tra i due grandi uomini di cinema. Paradjanov è tutt’ora poco noto in Italia malgrado il riconosciuto valore artistico di parecchi suoi film importanti nella storia del cinema del secolo scorso. Ma chi era Paradjanov? (...).

Corrispondenze

di Mario Brenta

 Autori, critici e critici-autori

Questa mia riflessione nasce da un incontro avvenuto qualche anno fa a Firenze dove, nell’ambito della rassegna cinematografica France Cinéma, era stata organizzata una tavola rotonda intitolata un po’ polemicamente “autori vs critici”, perché faceva non solo una divisione di campo, ma creava già in partenza un’opposizione. In quell’occasione ci siamo ritrovati autori e critici, francesi e italiani, e abbiamo discusso sul tema, però assumendo dei ruoli un po’ insoliti: ad esempio noi autori dovevamo invertire la nostra parte, fare i “critici dei critici”. (...)

Critica doc

di Dante Albanesi

Chaco

di Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrini (Italia/Argentina/Svizzera, 2017, 106’)

Il cubo, la retta, il piano infinito: nella sua rigorosa composizione di figure astratte, il documentario di Incalcaterra somiglia a un film di fantascienza. Il cubo è l’immenso attico spoglio e cadente da cui il regista, armato di computer, litri di mate e nuvole di sigaretta, dialoga col mondo senza mai comprenderlo appieno (...)
SalinaDocFest

 

La XIII edizione del SalinaDocFest si terrà quest'anno dall'11 al 14 settembre nel segno delle (R)esistenze. Resistenti sono i documentari che parlano del destino del nostro paese e resistente è Salina nelle Isole Eolie, modello di accoglienza. La giuria di quest'anno vede il grande regista Nicolas Philibert, oltre al fotografo Francesco Zizola e al regista Claudio Giovannesi.

http://www.salinadocfest.it/


RIDM

Il bando per partecipare ai Rencontres internationales du documentaire de Montréal RIDM è ancora aperto: fino al 14 giugno, i registi di film e opere di documentari interattivi possono proporre il loro progetto per la selezione della 22a edizione del festival che si terrà dal 14 al 24 novembre.

https://ridm.ca/fr/a-propos/


Bellaria Igea (RN),26 - 29 settembre

Bellaria

Festival del Cinema di Bellaria 37 ° edizione - Bellaria Igea Marina (RN) dal 26 al 29 settembre. Le iscrizioni dei film in concorso sono accolte entro il  30 giugno.

http://www.bellariafilmfestival.org/


Dieç. Il miracolo di Illegio nelle sale

Lunedì 15 aprile esce in tutte le sale d’Italia “Dieç. Il miracolo di Illegio” diretto da Thomas Turolo, distribuito da Ismaele Film e Prodotto da Red On Productions. Il documentario racconta la singolare storia di Illegio, un piccolo borgo della Carnia che – per volontà dei due parroci (Don Alessio e Don Angelo) – una volta l’anno apre le sue porte al mondo con una mostra di dipinti e sculture provenienti da tutta Europa. Illegio, un luogo in cui il tempo della natura sembra scandire la vita dei suoi abitanti, ha subìto nel Novecento una forte emigrazione lavorativa che ha impoverito tutta la montagna. L’iniziativa dei due parroci è invece la forza dell’acqua che scava la roccia: da più di dieci anni, Don Alessio e Don Angelo coinvolgono tutti gli abitanti del borgo nella realizzazione della mostra.

https://youtu.be/RX-0qiYjJRM

   

Copyright © 2000-2019  ildocumentario.it

www.reliablecounter.com
mastering dubstep